Giudice di Pace di Acireale – Date ed Orari delle udienze Penali del mese di gennaio 2022 per numero di ruolo generale.

Al fine di contribuire alla massima diffusione delle notizie e delle comunicazioni afferenti l’Ufficio del Giudice di Pace di Acireale, sopratutto in conseguenza delle misure anti covid-19 adottate dal medesimo, che prevedono la chiamata ad orario prefissato di ogni singolo procedimento, l’Associazione Forense Acese, continuando nel rapporto di fattiva collaborazione con la relativa cancelleria, pubblica qui sul proprio sito gli orari in cui verranno chiamati i procedimenti penali del mese di gennaio 2022.

Detti orari saranno visionabili sul seguente file evidenziato in grassetto, in formato .pdf, scaricabile cliccandovi sopra.

Ovviamente, i riferimenti sono soltanto al numero del procedimento, nel rigoroso rispetto della privacy.

dott. Conselmo udienza penale del 19.1.2022
dott. Floritta udienza penale del 20.1.2022
dott. Conselmo udienza penale del 26.1.2022

Il Vicepresidente A.F.A.
Mario Tornatore

Cassazione Civ. Sez. 6, Ordinanza del 22 ottobre n. 29666/2021: “l’Ufficio non può rideterminare il valore di un terreno compravenduto, pretendendo maggiori imposte sui redditi da plusvalenza, adducendo un valore che si discosta da quello indicato dal contribuente con apposita perizia, dalla quale nemmeno l”Agenzia delle Entrate può prescindere laddove la parte abbia agito ex art. 7 della legge n.448 del 2001.

La Cassazione, con ordinanza del 22 ottobre n. 29666/2021, ha dichiarato che l’Ufficio non può rideterminare il valore di un terreno compravenduto, pretendendo maggiori imposte sui redditi da plusvalenza, adducendo un valore che si discosta da quello indicato dal contribuente con apposita perizia, dalla quale nemmeno l’Agenzia può prescindere laddove la parte abbia agito ex art. 7 della legge n.448 del 2001.

——————————————————

La Suprema Corte è stata costretta a confermare la decisione della CTR e ad esprimere detto principio stante che l’Agenzia Entrate, come spesso accade,non ha inteso condividere quanto affermato in appello,r nel senso che l’amministrazione finanziaria non avrebbe dovuto prescindere dal valore del terreno indicato nella perizia.

In sintesi la controversia aveva avuto inizio da un avviso di accertamento con cui l’Agenzia delle entrate recuperava, ai sensi dell’art. 67 del Tuir, maggiori imposte dirette a fronte di supposte plusvalenze realizzate dalla vendita di un terreno edificabile.

Il maggior reddito imponibile, accertato dall’ufficio, derivava da un valore della transazione, assunto dall’ufficio, senza considerare che la parte avesse autonomamente provveduto a rideterminarlo con apposita perizia giurata. Il tutto come previsto dall’art. 7 della legge n. 44 del 2001. La stessa infatti prevede che, ai fini della determinazione di tali plusvalenze, “puo’ essere assunto, in luogo del costo o valore di acquisto, il valore a tale data determinato sulla base di una perizia giurata di stima ed a condizione che il predetto valore sia stato assoggettato ad un imposta sostitutiva delle imposte sui redditi”.

Orbene, pur avendo così agito, l’operato della contribuente non veniva considerato corretto dall’agenzia, che non si accontentava nemmeno dei due gradi di merito, favorevoli alla parte, ma ricorreva, come detto, in Cassazione.

Dimostrando così di sconoscere la normativa in vigore. Oltre ad aumentare inutilmente il già insopportabile carico che hanno i giudici di legittimità.

Avv.Salvatore Torchia

Scarica l’Ordinanza in formato pdf: Cass. Civ. Sez. 6 Ordinanza n, 29666 del 2021

Si apre al Tribunale di Catania lo Sportello Map: la Messa alla Prova un’opportunità di giustizia riparativa per l’imputato e per la società

E’ stato inaugurato il 21 dicembre scorso al Tribunale di Catania, lo sportello MAP che consente agli Avvocati di ricorrere all’applicazione della disciplina della sospensione del procedimento con messa alla prova per i cittadini che stanno affrontando un processo. Un tassello importante per la cosiddetta “giustizia riparativa” nell’interesse della collettività.
Alla presentazione sono intervenuti il presidente Corte di appello, dott. Filippo Pennisi, il Presidente del Tribunale di Catania, dott. Francesco Mannino, il Procuratore Generale presso la Corte di appello, dott. Roberto Saieva, la Presidente Prima Sezione Penale del Tribunale di Catania, dott.ssa Grazia Anna Maria Concetta Caserta, il Direttore UDEPE, dott. Antonio Gelardi, la Dirigente reggente dell’Ufficio Interdistrettuale Esecuzione Penale Esterna, dott.ssa Anna Internicola, il vice Presidente della Camera Penale “Serafino Famà”, avv. Tommaso Tamburino, il Presidente e il vice Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Catania, avv. Rosario Pizzino e avv. Fabrizio Seminara.
L’ufficio, messo a disposizione dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Catania, sarà all’interno del Palazzo di Giustizia, nel locale attiguo all’aula “Camilleri” (Tribunale Seconda Sezione Penale).
Lo sportello garantirà la diffusione delle informazioni e l’agevole fruizione della modulistica e potrà offrire opportunità qualificate tese a sostenere lo svolgimento di attività riparative nell’ottica del paradigma di Giustizia Riparativa.
L’avv. Fabrizio Seminara, vice presidente del C.O.A. di Catania a margine della presentazione, ha ricordato che “l’iniziativa è frutto del ‘Protocollo di intesa operativa’, stipulato nell’ottobre 2020, tra: il C.O.A. di Catania, il Tribunale Ordinario di Catania, la Procura della Repubblica di Catania; la Camera Penale di Catania ‘Serafino Famà’, l’Ufficio Distrettuale Esecuzione Penale Esterna (UDEPE) di Catania. Uno strumento operativo di estrema utilità nell’espletamento delle pratiche e che consentirà agli Avvocati anche una più agevole interlocuzione con i funzionari dell’Ufficio dell’Esecuzione Penale”.
Seminara ha ricordato quindi che il protocollo prevede che gli Avvocati possano appunto “così depositare istanze di elaborazione del programma finalizzato alla sospensione del processo con messa alla prova (ex art. 168 bis c.p.) richiedere informazioni inerenti la predisposizione del programma e, in generale, assumere notizie nell’interesse del proprio assistito”.

Articolo e foto tratti dal seguente link face-book del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Catania:
https://www.facebook.com/756984631145656/posts/1986937221483718/?d=n

Vince la squadra dell’Associazione dei Commercialisti Acesi il primo torneo di beneficenza di calcio a 5 tra Ordini e professioni “Ci mettiamo in gioco”, ma la vera vincitrice è stata la gara di “solidarietà”


Bel torneo cittadino di calcio a 5 tra Ordini e professioni quello che si è svolto il 18 dicembre 2021 al palazzetto dello sport “Arturo Volcan” di Acireale. La manifestazione sportiva di beneficenza, promossa dall’A.F.A., in collaborazione con il C.S.I. e la Top5 Acireale, dal titolo “Ci mettiamo in gioco”, ha visto la partecipazione di squadre composte da varie categorie professionali: Associazione Forense Acese Sport, Consulenti Finanziari Fineco, Associazione Geometri Acesi e Collegio Geometri Catania, Ordine Ingegneri Catania, Ordine Architetti Catania, Comune di Acireale, Associazione Volontari e Associazione Dottori Commercialisti Acesi. Questi ultimi hanno trionfato in una finale vinta ai rigori contro i consulenti finanziari. Ma la vera vittoria è stata una giornata all’insegna dello sport e della solidarietà, con la raccolta di oltre € 1.355,00.
La somma verrà utilizzata per l’acquisto di materiale sportivo da destinare ad alcune parrocchie più bisognose della periferia acese. Il materiale verrà consegnato al Vescovo della Diocesi di Acireale, Mons. Antonino Raspanti, in occasione della giornata dello sportivo.
Il torneo ha visto un buon livello di calcio giocato, ma anche la giusta dose di agonismo. Il tutto all’insegna della massima correttezza. Gli arbitri del C.S.I. (Centro Sportivo Italiano), che hanno ben diretto le gare da 12 minuti ciascuna, non hanno mai dovuto ricorrere all’uso dei cartellini. Infatti, si sono segnalati gesti di fair play davvero importanti tra i partecipanti.
All’evento hanno presenziato il vice presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Catania, Avv. Fabrizio Seminara, già presidente dell’A.F.A., nonché, per il Comune di Acireale, gli assessori allo Sport, dott. Fabio Manciagli, ed agli Affari Istituzionali, Avv. Mario Di Prima. Quest’ultimo, peraltro, sceso in campo nella compagine rappresentativa proprio del Comune di Acireale. Inoltre, per il C.S.I. è intervenuto il Presidente Salvo Raffa, mentre per la Top5 Acireale il Presidente Ugo Petrina, che hanno dato un aiuto indispensabile alla riuscita dell’evento.
L’Avv. Seminara ha auspicato che questa diventi una iniziativa di solidarietà stabile tra le varie forze propulsive della città, che si sono riunite per raggiungere un fine meritorio, una iniziativa da ripetere negli anni in occasione delle festività natalizie, sottolineandone la valenza solidaristica. Per un giorno, quindi, gli avvocati hanno dismesso la toga ed indossato pantaloncini e scarpette. D’altra parte lo sport è aggregazione.
La speranza, dunque, come ha affermato anche dal Presidente del C.S.I. Salvo Raffa, è quella di poter ripetere l’anno prossimo questa manifestazione, così da poter fare un po’ di sana attività sportiva e, soprattutto, potersi mettere a disposizione di realtà meno fortunate.
L’assessore allo Sport dott. Manciagli ha espresso soddisfazione per la buona riuscita della manifestazione, collegata al programma delle manifestazioni natalizie, ringraziando tutti gli organizzatori.
A tutti i teams che si sono affrontati è stata, poi, consegnata una targa ricordo.
Per l’A.F.A. Sport hanno partecipato:
Francesco Cavallaro, Francesco Grasso Leanza, Salvatore Mellia, Rosario La Malfa, Claudio Carastro, Gianfranco Romeo, Francesco Licciardello, Francesco D’Anna, Pierfrancesco Continella, Angelo Pettinato, Paolo Romeo, Salvo Cavallaro, accompagnati dai dirigenti Alessandro Patanè, Mario Tornatore e Fabrizio Seminara.

Avv. Salvo Cavallaro

da sinistra il Vice presidente del C.O.A. di Catania Avv. Fabrizio Seminara, il Presidente del C.S.I. Salvo Raffa e l’Assessore allo Sport del Comune di Acireale dott. Fabio Manciagli


da sinistra l’Avv. Salvo Cavallaro capitano ed allenatore della squadra degli avvocati, Ugo Petrina per la Top5 Acireale e il Presidente dell’A.F.A. Avv. Alessandro Patané, che riceve la targa ricordo della manifestazione

Le squadre partecipanti:


A.F.A. Sport


Associazione Dottori Commercialisti Acesi


Associazione Geometri Acesi e Collegio Geometri Catania


Ordine Architetti Catania


Comune di Acireale con l’assessore Avv. Mario Di Prima vicino al Presidente dell’A.F.A. Avv. Alessandro Patané


I Consulenti Finanziari Fineco


Ordine Ingegneri Catania


Associazione volontari