In tempo di Coronavirus ciò che un tempo era scontato e normale è divenuto ormai eccezionale, a causa dei provvedimenti adottati dal Governo per scongiurare il proliferare della pandemia. I contatti sociali e le possibilità d’incontro interpersonali sono stati fortemente penalizzati dal divieto di assembramento. Tuttavia, le diverse applicazioni software che consentono le videoconferenze hanno permesso di scongiurare il completo isolamento.
In questo contesto, il Direttivo dell’A.F.A. rischiava di rimanere impossibilitato nell’effettuare le sue periodiche riunioni, necessarie a stabilire, di volta in volta, gli obiettivi da raggiungere da parte dell’associazione. Tuttavia, cogliendo l’occasione, anzi la necessità, della sperimentazione da parte di tutti gli avvocati del sistema di videoconferenza Teams di Microsoft, indicato dal Ministero della Giustizia quale strumento necessario per le cosiddette “udienze da remoto”, si sono creati invece i presupposti affinché il Direttivo potesse continuare a svolgere la propria attività.

La prima storica riunione telematica con detta modalità, che ha visto anche la presenza del collega Francesco Scudero, consulente informatico e responsabile del sito internet, si è svolta il 2 aprile scorso senza alcun tipo d’inconveniente. Diverse sono state le tematiche trattate: migliore veste grafica del sito; apertura di un conto corrente intestato all’associazione; l’elaborazione di un elenco competo degli associati con i relativi contatti; tesseramento relativo all’anno in corso; rilascio di un tesserino agli associati in regola con la propria quota annuale; l’idea di creare dei focus su argomenti di interesse comune, proprio attraverso il metodo della videoconferenza, al fine di continuare a garantire l’aggiornamento degli avvocati ed, infine, l’idea di compiere un gesto di liberalità nei confronti di coloro che sono in forte stato di bisogno a causa della grave crisi economico-finanziaria causata dal Covid-19, aderendo all’iniziativa “Acireale dona”.
A questa prima riunione ne è seguita un’altra il 9 aprile scorso, allargata questa volta, oltre al responsabile informatico sopra citato, anche al Vicepresidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Catania Fabrizio Seminara, nonché al past President Giovanni Battiato. Nel corso dell’incontro, proprio Fabrizio Seminara ha comunicato che il Consiglio dell’Ordine sta cercando di prodigarsi con i competenti uffici affinché le liquidazioni del gratuito patrocinio a spese dello Stato siano evase, al fine di consentire alla classe forense, la cui attività è completamente bloccata a causa dell’emergenza in corso, di poter avere una voce di entrata economica. Inoltre, il Vicepresidente ha reso edotto il Direttivo dell’impegno da parte dell’Ordine nella non facile organizzazione delle attività giudiziarie e specialmente delle cosiddette udienze da remoto.
Il Direttivo, inoltre, ha confermato il proprio proposito di organizzare, col sistema delle videoconferenze, dei focus su temi di diritto e giurisprudenza d’interesse comune, auspicando l’aiuto anche da parte degli associati, affinché questi mettano a disposizione di tutti le proprie competenze ed esperienze. Di particolare rilievo, poi, la decisione di operare, dopo quasi cinquant’anni, un adeguamento dello Statuto dell’associazione, risalente al lontano 1973, aggiornandolo alle nuove realtà della nostra professione.
Un caloroso ringraziamento il Direttivo ha voluto rivolgere, poi, a Giovanni Battiato per l’impegno dallo stesso profuso nel corso della sua presidenza e per i diversi obiettivi raggiunti, oltre che per la battaglia portata avanti per il mantenimento dell’Ufficio del Giudice di Pace di Acireale.
Anche l’aggiornamento del sito www.afa-online.it è stato tra gli argomenti trattati in quest’ultimo incontro. In relazione a questo, Francesco Scudero ha illustrato un’apposita sezione dedicata a tutti i numeri ed indirizzi e-mail e pec di Uffici Giudiziari Civili e Penali, nonché dell’Ufficio N.E.P. Un insieme di informazioni, queste, pazientemente messe insieme dallo stesso e che in questo frangente interessano particolarmente tutti i colleghi ai fini della loro professione.
Il Direttivo continuerà, almeno fino a quando la situazione emergenziale non sarà rientrata, ad effettuare i propri incontri con il sistema delle videoconferenze.

Mario Tornatore

Add Your Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.