Il decreto 9 aprile 2004, che adegua le tariffe in materia civile, amministrativa, tributaria, penale e per l’attività stragiudiziale, è stato firmato dal ministro della Giustizia, Roberto Castelli.
Il provvedimento è stato inviato alla Corte dei conti per la registrazione e, se non vi saranno intoppi, la pubblicazione sulla «Gazzetta Ufficiale» sarà questione di poche settimane.

Queste le principali novità :

– L’aumento. Il rincaro degli onorari forensi, fermi dal 1994, è del 25%, contro un inflazione del 28 per cento

– I rimborsi. È previsto un aumento dall’attuale 10 al 12,5% del rimborso forfettario delle spese generali

– Gli arrotondamenti. Per gli onorari l’arrotondamento è fissato alla cinquina di euro, per i diritti all’unità. In precedenza, era, rispettivamente, alle 5mila e alle mille lire. All’arrotondamento per eccesso degli onorari minimi (10,34 diventa 15) fa riscontro quello, nuovo, per difetto sui massimi (34,67 diventa 30)

– I compensi per la società. Si applica il compenso spettante a un solo professionista, anche se la prestazione è svolta da più soci

– Tariffe civili. È stato disposto un accorpamento degli scaglioni più bassi e per quanto riguarda i giudizi tributari sono stati distinti i due gradi di giudizio

– Tariffe penali. La tariffa penale, a differenza di quella civile, tributaria e amministrativa, valuta anche le condizioni finanziarie del cliente. Una valida difesa da un’identica imputazione può avere un diverso trattamento a seconda del censo dell’indagato o imputato

– Il peso della tecnologia. Anche la telematica ha un suo spazio nelle tariffe, a fianco del telefono: si pagano le telefonate sia nei rapporti stragiudiziali che in quelli civili e penali, distinguendo tra mera comunicazione telefonica e soluzione della questione attraverso il telefono. Le teleconferenze saranno equiparate alle sessioni personali

– Compenso orario. Il compenso a tempo è previsto solo per le prestazioni stragiudiziali ed è commisurato alla durata della prestazione e delle attività accessorie. In ogni caso non può essere inferiore a 65 euro all’ora

– La consulenza online. Per un parere individuale fornito attraverso un "contatto" telematico dovrà essere corrisposto da un minimo di 15 a un massimo di 150 euro

Articolo su ilsole24ore.com
Le nuove tariffe forensi (PDF da ilsole24ore.com)

Add Your Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.