La Suprema Corte, con la Sentenza n. 33083 del 9.11.2022, si è dovuta occupare di un ricorso avverso la Sentenza della Ctr, con la quale i giudici, nel convalidare l’accertamento dell’Ufficio conseguente alla presunta emissione di fatture per operazioni inesistenti, si erano limitati a riprodurre i rilievi oggetto del processo verbale di accertamento e delle controdeduzioni dell’Ufficio fatte all’appello della società contribuente.
Pertanto, la Cassazione ha dovuto accogliere le lamentele della società in quanto la motivazione era soltanto apparente per essere stati completamente ignorati i motivi di appello.
In altre parole, i giudici regionali non avevano espresso un’effettiva valutazione critica delle tesi difensive dell’Ufficio e, soprattutto, dei motivi di appello della società contribuente cui esse si contrapponevano.
Peraltro, la Cassazione ha più volte ritenuto che, nelle varie ipotesi di redazione per relationem della sentenza di appello, non può comunque prescindersi da una effettiva valutazione critica dei motivi di gravame.

Avv. Salvatore Torchia

Scarica la Sentenza in formato pdf: Cass. Civ. Sent. n. 33083 del 2022

Add Your Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.