La Corte di Cassazione con Ordinanza del 18 giugno 2020 n. 11817 ha sancito come con la pace fiscale il contribuente ha diritto al saldo e stralcio del debito tributario fino a mille euro, al netto dell’aggio dell’Agenzia della Riscossione e degli interessi di mora.
———————————————————

La Cassazione ha in pratica interpretato il D.L. n.119 del 2018 ed ha indicato tre fattori per individuare i debiti oggetto di stralcio e cioè:
la sorte capitale, gli interessi per ritardata iscrizione a ruolo e le sanzioni risultanti dai singoli carichi affidati alla Riscossione dal primo gennaio 2000 al 31 dicembre 2010.
Pertanto la Corte ha precisato che il limite di valore si riferisce ai debiti di importo residuo comprensivi di sorte capitale, interessi e sanzioni. Non si tiene conto invece degli interessi di mora e dell’aggio della riscossione.
Tale limite è riferito al singolo carico affidato sicchè vi rientrano tutte quelle cartelle, anche di importo ben superiore ai mille euro, il cui singolo carico non superi l’importo di mille euro. In altre parole l’importo di mille euro non si riferisce alla somma complessiva portata dalla cartella ma al singolo carico affidato all’esattore che, per facilità di notifica, ha preferito formare un’unica cartella e non tante quanto sono i carichi avuti in affidamento.

Cass. Civ. Ordinanza n. 11817 del 2020

Salvatore Torchia

Add Your Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.